• Slide-01

    Diario
    dell'ápeiron

  • Slide-02

    Diario
    del vuoto

  • Slide-03

    Diario
    del pieno

AT . Primo Diario

  • Particelle di colore prigioniere del linseme e l'apparire mio assieme come testimone.

  • Uno dei modi di interpretare il linguaggio: veleità della rivelazione, illusione.

  • Immagini dell'esposizione realizzata nel 2008 a Peschiera del Garda (VR).

  • “Appunti” per la mente, piccole considerazioni fuggenti ...

  • Dynatòn, la capacità, la potenza di esistere.

  • L'assenza, ciò che, eterno, non appare nell'apparire.

  • Il non definito, il tutto che comprende l'infinito.

L'ápeiron

L’esperienza negata al mortale, colui che teme l'abitare al di fuori del tempo e nel ricordo conserva l’esangue immagine della memoria;
colui che fugge alla perdita totale dell’esistenza reale se non per il calore d’un fuoco fatuo che più non brucia sconfitto dal nulla.

Il vuoto

Tolta la religione da kenosis (κένωσις) rimane il sostantivo che rimane quando si volge al termine e ci si volta lentamente respirando l'inferno mutato.
Rimangono philia (φιλία) e agape (ἀγάπη) sorelle dolci del sale che ricopre il paradiso dell'eros (ἔρως), il sogno che muove verso ...

Il pieno

Volevo guardarti, sentirti, pensarti, ignorarti, sotto luci ed ombre diverse.
Desideravo un perspicacissimo gelo, un vetro riflesso, una voluttà accordata, quel razional pensiero che nel nulla ardiva confinarti.